Questo argomento contiene 1 risposta, ha 2 partecipanti, ed è stato aggiornato da  lb 2 mesi fa.

  • Autore
    Articoli
  • #194572
     Deborah12 
    Partecipante

    Un saluto a tutti! Come CTU, dopo tantissimo tempo dalla fine della consulenza, il Giudice ha finalmente emanato il Decreto di Liquidazione. È per me la prima volta anche se di consulenze ne ho fatte due, mi trovo quindi impreparata rispetto a cosa fate dopo il decreto di liquidazione. Io non ho partita IVA ma farò due ricevute per prestazione occasionale alle parti, in una ci sarà la ritenuta d’acconto perché lla parte è titolare di partita IVA. ho contattato gli avvocati, entrambi dichiarano la disponibilità delle parti a effettuare il versamento, ma uno dei due avvocati aspetta il mio deposito della ricevuta. È previsto, con la nuova normativa, che io deposito le ricevute, quindi non fattura, intestandole all’amministrazione e specificando che verranno saldate dalle parti? Si deve depositare sempre come istanza generica? Non riesco a trovate notizie specifiche on line. Grazie a chi risponderà

    #194573
     lb 
    Partecipante

    Forse è il caso che senti un commercialista in quanto le fatture alla P.A. devono essere sempre in formato elettronico e ciò vale anche per i regimi fiscali agevolati.
    Inoltre le prestazioni occasionali prevedono, come disposto dalla norma “rapporti di durata complessiva non superiore a trenta giorni nel corso dell’anno solare con lo stesso committente” e, nel caso di professioni con albo, “sono escluse dal campo di applicazione del presente capo le professioni intellettuali per l’esercizio delle quali è necessaria l’iscrizione in appositi albi professionali“; se ora il committente è il Tribunale, è difficile che una consulenza si svolga in meno di 30 giorni. Se poi le consulenze sono 2, è difficile che sia “occasionale”.
    Quindi, ripeto, sarebbe meglio sentire il parere di un esperto in materia tributaria.
    Per il resto, il Ministero di Grazie e Giustizia ha emanato più note in cui, in tutto questo caravanserraglio creato dall’A.d.E., ha disposto che il CTU
    ricevuto il pagamento, emetterà la fattura nei confronti dell’ Amministrazione , avendo però cura di evidenziare che il pagamento è stato effettuato dalla parte e non dall’Amministrazione”; va detto comunque che alcuni istituti (ad es. Inps, UnipoSai) prima di pagare chiedono la copia della fattura elettronica inviata al Tribunale. Alcuni Tribunali, infine, chiedono di attendere 30 giorni dal Decreto di Liquidazione prima di inviare la fattura per eventuali opposizioni.

Stai vedendo 2 articoli - dal 1 a 2 (di 2 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.

CONTATTACI

Siamo a tua disposizione per qualsiasi domanda inerente il sito. Scrivi qui la tua richiesta e ti risponderemo appena possibile. Lo Staff di Consulenti Tecnici.

Sending

©2015 Tutti i diritti riservati. Webdesign by Housegrafik

Log in with your credentials

or    

Forgot your details

Create Account