Il primo maggio scorso la NASA ha rilasciato una immagine (https://earthobservatory.nasa.gov/IOTD/view.php?id=92078), paradigmatica di quel che sta accadendo alla foresta subtropicale, rilevata circa due anni fa, che riprende parte della regione paraguayana del Gran Chaco. L’agenzia governativa spaziale americana informa che le osservazioni effettuate dal satellite Landsat indicano che circa il 20% (142000 kmq cioè quasi metà della superficie territoriale italiana) della foresta secca tropicale del Chaco è stata convertita in terreni agricoli coltivati a soia o a pascoli dal 1985 a oggi.

L’immagine della NASA è molto interessante che tuttavia non rende bene l’idea dell’accaduto.

Poiché sto seguendo un corso online di ESRI, ho pensato di applicare alcune metodologie ivi affinate per mostrare meglio cosa è successo negli ultimi 30 anni.

In QGIS, con sistema di riferimento WGS84, ho riversato i confini degli Stati del mondo (http://www.naturalearthdata.com/downloads/) e, proiettando le mappe di Google, ho digitalizzato un’area a ovest dell’aeroporto di Mariscal José Félix Estigarribia che è risultata essere di 7833,2 Kmq (Regione Friuli V.G. = 7924,36 Kmq)

Da Google ho quindi salvato quattro schermate al 1986, 2006, 2011 e 2016:

Trovi l’intero testo sul mio sito al seguente link:

https://spaziocartograficopugliese.it/news/48/Mamma-ho-perso-la-Valle-dAosta

[Puoi richiedermi, sempre attraverso il mio sito, il file PDF completo delle immagini che illustrano quest’articolo.]

 

0 Comments

Leave a reply

CONTATTACI

Siamo a tua disposizione per qualsiasi domanda inerente il sito. Scrivi qui la tua richiesta e ti risponderemo appena possibile. Lo Staff di Consulenti Tecnici.

Sending

©2015 Tutti i diritti riservati. Webdesign by Housegrafik

Log in with your credentials

or    

Forgot your details

Create Account