L’azione di responsabilità contro sindaci e amministratori, delibera dell’assemblea

E’ da considerarsi consolidato il fatto che l’azione di responsabilità proposta contro gli amministratori o i sindaci di una società per azioni in assenza di preventiva delibera assembleare sia affetta da nullità assoluta e insanabile, deducibile da chiunque vi abbia interesse e rilevabile anche d’ufficio. La delibera assembleare, infatti, costituisce la modalità (formale e inderogabile) scelta dalla legge per  esprimere la volontà della società, senza che siano ammessi altri  equipollenti e senza che l’eventuale vizio possa essere in qualche modo sanato.

Il disposto della legge non lascia molti spazi di interpretazione: a norma dell’articolo 2393 cod. civ. compete esclusivamente all’assemblea dei soci il potere di deliberare sia la promozione dell’azione sociale di responsabilità, sia una eventuale e successiva rinuncia all’esercizio di tale azione.

Ne consegue che, a rigor di logica, anche le relative rinunce o transazioni dovranno seguire lo stesso procedimento, e dovranno essere precedute da apposita delibera assembleare o, al limite, seguite da specifica delibera assembleare che ne ratifichi il contenuto.

Ciò è stato più volte confermato dalla giurisprudenza di legittimità , con le decisioni Cass. civ. Sez. lavoro n. 14963/2011, Cass. civ. Sez. I Sent. n. 9901/2007, Cass. civ. Sez. I n. 10869/1999

0 Comments

Leave a reply

CONTATTACI

Se avete domande o dubbi, non esitate a contattarci. Lo Staff di Consulenti Tecnici vi risponderà prima possibile.

Sending

©2015 Consulenti Tecnici - C.F. BRBPTR80P18E463B - Design by Housegrafik

Log in with your credentials

or    

Forgot your details